Sony lancia PlayStation Productions per adattare i suoi giochi a film e Serie TV

Sony lancia PlayStation Productions per adattare i suoi giochi a film e Serie TV

22 Maggio 2019 0 Di Alex "Graiver" Maddaloni

Sony Interactive Entertainment ha lanciato PlayStation Productions, uno studio di produzione che metterà a disposizione l’ampio catalogo di titoli posseduto per la creazione di film e Serie TV. La nuova attività, guidata da Asad Qizilbash e supervisionata dal presidente del SIE Worldwide Studios, Shawn Layden,è già al lavoro su una prima lista di progetti aprendo uno studio nel centro Sony Pictures a Culver City. 

“Abbiamo 25 anni di esperienza nello sviluppo di videogiochi e abbiamo creato 25 anni di grandi giochi, franchise e storie”, dice Layden. “Riteniamo che questo sia un buon momento per guardare ad altre opportunità del media, attraverso lo streaming, il cinema o la televisione per poter dar vita ai nostri mondi in un altro spettro”.

Con una libreria di oltre 100 titoli originali che vanno dal genere avventura al fantascientifico, dall’azione all’horror, PlayStation Productions ha una vasta gamma di contenuti pronti per essere adattati. 

“Invece di concedere in licenza le nostre migliori IP a studios esterni, abbiamo ritenuto che l’approccio migliore fosse per noi sviluppare e produrre noi stessi”, afferma Qizilbash. “Uno, perché abbiamo più familiarità, ma anche perché sappiamo ciò che la comunità PlayStation ama”.

Mentre altre case produttrici di videogame, tra cui Ubisoft, Activision e Blizzard, hanno concesso le loro IP a studi esterni il permesso di adattare i loro giochi per la creazione di prodotti cinematografici e televisivi, PlayStation Productions si differenzia sia nel suo profondo catalogo di contenuti sia nel suo approccio alla produzione. Sony Pictures, una consociata, contribuirà alla distribuzione, ma la produzione dei progetti sarà gestita in prima persona da PlayStation Productions, e non distribuita in licenza come nel caso precedentemente indicati. 

“nell’ultimo anno e mezzo, due anni, abbiamo passato del tempo a cercare di capire l’industria del settore, parlando con scrittori, registi, produttori”, dice Qizilbash. “Abbiamo parlato con il produttore cinematografico Lorenzo di Bonaventura e Kevin Feige per comprendere davvero il settore.”

“Abbiamo esaminato ciò che la Marvel ha fatto prendendo il mondo dei fumetti e trasformandolo nella più grande serie nel mondo del cinema”, afferma Layden. “Sarebbe un grande obiettivo dire che stiamo seguendo le loro orme, ma certamente pee ora stiamo traendo ispirazione da questo.” 

Riguardo al fatto che si concentrino su film o serie televisive, Qizilbash dice che dipenderà dal titolo. “In definitiva, la storia determinerà il formato. Vogliamo portare le nostro IP al mezzo che meglio si associa al titolo.”, dice Layden, sottolineando che la qualità sarà fondamentale, così come lo è per la divisione giochi dell’azienda.

Grazie alla partnership con Sony Pictures, PlayStation Productions avrà il tempo di realizzare progetti cinematografici e televisivi all’altezza della qualità dei materiale originali. “Non dobbiamo correre sul mercato, non abbiamo una lista di X titoli che deve essere prodotti in quest’anno “. Niente di tutto ciò” dice Layden. “La società è stata molto accomodante nei confronti della nostra ambizione, in modo di far crescere l’impresa in maniera misurata e ponderata”. 

Avere il controllo creativo sulle IP sarà determinante a detta di Qizilbash e Layden. “Abbiamo creato questo progetto per poter gestire e controllare il processo in modo da ottenere il regista giusto, gli attori giusti, lo sceneggiatore giusto”, afferma Qizilbash.

“Questo è un progetto di passione per me”, afferma Layden. “Essere la prima casa produttrice di giochi a fare qualcosa di duraturo e significativo in un mezzo completamente diverso è qualcosa che mi piacerebbe vederci ottenere qui su PlayStation Productions.” 

Layden parlerà della continua evoluzione dei World Studios di PlayStation alla Collision Conference di Toronto, in Canada, martedì. 

FONTE: hollywoodreporter.com