Detroit: Become Human – Superati i sei milioni di unità vendute

Detroit: Become Human – Superati i sei milioni di unità vendute

23 Luglio 2021 0 Di Alex "Graiver" Maddaloni

Lo sviluppatore Quantic Dream ha annunciato che il suo titolo Detroit: Become Human ha superato i sei milioni di unità vendute su PC e PlayStation 4. Detroit: Become Human è stato lanciato per la prima volta su PlayStation 4 nel mese di maggio 2018, seguito successivamente da PC a dicembre 2018 su Epic Games Store e infine nel giugno 2020 su Steam.

Ecco una panoramica del gioco, tramite la sua pagina su Steam:

COS’È CHE CI RENDE UMANI?

Detroit, 2038. La tecnologia si è evoluta a tal punto che gli androidi umanoidi sono ovunque. Parlano, si muovono e si comportano come persone, ma sono solo macchine al servizio degli esseri umani.
Controlla tre diversi androidi e osserva coi loro occhi un mondo a un passo dal caos… forse, il nostro stesso futuro. Saranno le tue decisioni ad alterare il corso degli eventi e a governare la storia attraverso le complesse ramificazioni della trama.


Affronterai dilemmi morali e stabilirai chi vive e chi muore. Con migliaia di scelte e decine di finali possibili, come influirai sul futuro di Detroit e il destino dell’umanità?

PRENDI PARTE A UNA STORIA COINVOLGENTE

Entra in un universo in cui dilemmi morali e decisioni difficili possono trasformare degli schiavi androidi in rivoluzionari destinati a cambiare il mondo. Scopri cosa significa essere umani da una prospettiva esterna e guarda il mondo attraverso gli occhi di una macchina.

LE LORO VITE, LE TUE SCELTE

Fatti strada attraverso un’ambiziosa struttura narrativa ramificata, in cui le tue decisioni non determinano solo il fato dei tre protagonisti, ma di tutta la città di Detroit. Il modo in cui controllerai Kara, Connor e Markus farà la differenza tra la vita e la morte. E se uno di loro la pagherà a caro prezzo, la storia andrà comunque avanti…

INFINITE POSSIBILITÀ, INFINITI FINALI

Ogni scelta che fai, per quanto piccola, influenza l’esito della storia. Nessuna partita sarà esattamente uguale a un’altra: gioca più e più volte per arrivare a conclusioni totalmente differenti.